“Se una falegnameria “d’arte” viene considerata un laboratorio di idee, il legno visto come un materiale innovativo e di design, e le antiche tecniche di lavorazione una risorsa consolidata, significa utilizzare le proprie caratteristiche storiche come un punto di forza, crederci veramente, desiderare un futuro nuovo”.
I fratelli Marchetti iniziano con queste parole il loro racconto, su come hanno scelto di portare avanti la loro storica azienda, fondata dai genitori 45 anni fa e al cui interno coesistono storia, ricerca innovativa, romanticismo e design. In un territorio, il Veneto, famoso per la sua capacità artigianale nel settore del mobile, il Mobilificio d’Arte Marchetti si fa onore con la sua eccellenza, affidando alla sorella maggiore, Giordana, la parte creativa e di ricerca, restituendo ai prodotti un nuovo concetto di romanticismo che fa leva sul fascino della materia prima e creando un feeling originale, elegante e sobrio. L’organizzazione aziendale viene affidata alla sorella più piccola, Federica, perché i giovani hanno sempre una visione innovativa ed entusiasta nel quotidiano senza schemi precostituiti, senza preconcetti. Grazie al suo occhio attento, il componente maschile della famiglia, Maurizio, si occupa invece dell’approvvigionamento, della scelta e della verifica qualitativa dei materiali, concetto cardine per Marchetti perché dalla qualità si parte per arrivare all’eccellenza. E’ sempre Maurizio che aiuta Giordana nei progetti e che si occupa di seguire la produzione.
La famiglia Marchetti ha però il suo asso nella manica nella mamma Franca, che con la sua esperienza unisce il passato al presente, indirizzando e rafforzando le idee dei tre giovani figli che sono scesi in campo per unire linee classiche e di design con l’artigianalità di una grande azienda.